first_image
Posta elettronica certificata: comune.polignano@anutel.it

Applicazione dello Split Payment ed obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione

Comunicazione dei Codici identificativi degli uffici destinatari della fatturazione elettronica ai sensi del D.M. n. 55 del 3 aprile 2013

Si informa che con l’introduzione dell’art. 17-ter del Dpr n. 633/1972, per le fatture emesse dal 1 gennaio 2015 con riferimento a cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti dei comuni, fatta eccezione per le prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta sul reddito, l'IVA sarà versata dai comuni committenti secondo modalità e termini fissati nell’apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze. Tale disposizione implica quindi che le aziende dovranno continuare ad esporre l’IVA in fattura, e questa Amministrazione non procederà a saldare il relativo importo, ma effettuerà per conto dell'azienda il versamento all’erario della relativa imposta. Al fine di una corretta gestione del nuovo meccanismo d’imposta sopra indicato, si invitano i fornitori ad aggiungere alle fatture che procederanno ad emettere la seguente dicitura: “Scissione dei pagamenti– Art. 17-ter del Dpr n. 633/1972”. Si informa altresì che il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214. In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato delle fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013. Peraltro, ai sensi dell’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013, l’Amministrazione ha individuato i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), attribuendo ad ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio. Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario. L’informazione relativa al Codice Univoco Ufficio deve essere inserita nella fattura, al fine di una corretta attribuzione.

Si riportano di seguito i Codici Univoci IPA/PCC degli uffici deputati alla ricezione delle fatture per il Comune di Polignano a Mare, rispettivamente per ogni Area Organizzativa:

Codice Univoco IPA

Codice Univoco PCC

Uffici

OGCAN1

0H-O2S

SETTORE CULTURA - PUBBLICA ISTRUZIONE - TURISMO - SPETTACOLO - SERVIZI SOCIALI

00P3UQ

0H-O2P

SETTORE DEMOGRAFICI – AGRICOLTURA – AFFARI GENERALI

5KQSLV

0H-O2Q

SETTORE LAVORI PUBBLICI

AXV2H3

0H-O2R

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE - CONTENZIOSO - AMBIENTE – ATTIVITA’ PRODUTTIVE

82K6S9

00-568

SETTORE RAGIONERIA - PERSONALE - TRIBUTI


E’ comunque obbligatorio ai sensi dell’art. 25 e dell’art. 27 del Decreto Legge n. 66/2014, volti a garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, attraverso l’utilizzo della Piattaforma per la Certificazione dei Crediti (PCC), che tutte le fatture emesse verso le PA debbano inoltre riportare:

  • il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
  • il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche;
  • il/i numero/i dell’impegno/i assunto/i a copertura finanziaria della spesa prevista, ai sensi dall’art. 191 del D.lgs 267/2000;
  • il responsabile del procedimento che ha ordinato la fornitura.

  • Pertanto questa Amministrazione non potrà procedere al pagamento delle fatture che non riportano quanto sopra indicato. Infine si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le “Specifiche operative per l’identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica” pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

Scarica il comunicato