first_image
Posta elettronica certificata: comune.polignano@anutel.it

Bando Assegnazioni Alloggi Popolari



Il Comune di Polignano a Mare ha indetto il bando pubblico 1/2016 per la formazione della graduatoria per l’assegnazione in locazione semplice di alloggi di edilizia residenziale pubblica, ai sensi della L.R. 10/2014 per gli alloggi che sono o si renderanno disponibili nel periodo di vigenza della graduatoria stessa, non superiore a quattro anni dalla sua approvazione definitiva.

Il bando, con la Delibera di Giunta Comunale che ha dettato le linee guida per la redazione del bando stesso, la determina di approvazione e, una ampia sintesi della normativa di riferimento per la redazione del bando, sono scaricabili dai collegamenti sotto riportati.

Le domande, redatte in bollo da €.16,00, potranno essere presentate dal 16 agosto al 14 ottobre 2016, utilizzando l’apposito modello scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Polignano www.comune.polignanoamare.ba.it nell’apposita sezione denominata “ Bando 1/2016 assegnazione alloggi popolari”, o utilizzando il collegamento sempre sotto riportato. In questa sezione saranno poi pubblicate le successive graduatoria provvisorie e definitive nonché l’elenco degli alloggi che si renderanno disponibili all’assegnazione.

Il bando, oltre che sul sito istituzionale, sarà pubblicato nella sede comunale, affisso negli spazi pubblici del Comune di Polignano, distribuito alle organizzazioni sindacali e Caf operanti sul territorio comunale, oltre che presso la sede dell’ARCA PUGLIA CENTRALE in via F. Crispi, 85/a in Bari.

PER TUTTI GLI ASPIRANTI ASSEGNATARI CHE RISULTASSERO GIA’ ISCRITTI NELLA GRADUATORIA PUBBLICATA ALL’ALBO PRETORIO IN DATA 31.10.2003, VI E’ L’OBBLIGO, PENA ESCLUSIONE DI REITERARE APPOSITA ISTANZA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO.

Il limite di reddito per partecipare è di €. 12.250, con una decurtazione pari ad €. 516,46 per figlio che risulti a carico, mentre i redditi provenienti da lavoro dipendente ed assimilato (Co.Co.Co.) e pensioni, sarà conteggiato per il 60% dopo aver effettuato le precedenti decurtazioni per figli a carico.


Termini presentazione domande: dal 16 agosto al 14 ottobre 2016

Scarica il bando

Scarica il modello di domanda pdf

Scarica il modello di domanda word

Scarica la normativa

determina

delibera

GRADUATORIA PROVVISORIA per punteggio (qualora la visione della graduatoria scaricata sia poco leggibile, cliccare sopra l'immagine due volte e poi cliccare sulla lentina che compare in alto a sinistra, per ingrandirla)

determina N. 689/2017 approvazione graduatoria provvisoria

DIRITTO DI ACCESSO: Schema di richiesta diritto di accesso

LINEE GUIDA PRIVACY - VEDI PUNTO 10.2.3

SCADENZA TERMINI PER PRESENTAZIONE RICORSO e SCHEMA

I concorrenti che ritenessero che la propria domanda non sia stata valutata correttamente, potranno presentare ricorso, utilizzando lo schema riportato, dalla data di scadenza della pubblicaszione e per i successivi trenta giorni. Le motivate e documentate osservazioni, dovranno essere presentate alla Commissione Provinciale di cui all'art. 42 della legge regionale 10/2014 ( reperibile alla voce "scarica normativa" su riportata) per il tramite del Comune di Polignano.

Poichè la scadenza della pubblicazione della determina di approvazione della graduatoria, è fissata per il giorno 11 agosto 2017, LA SCADENZA DEGLI EVENTUALI RICORSI DA PRESENTARE PRESSO L'UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE ( 1° PIANO - IN VIA RIMEMBRANZA, 21) E' FISSATA PER IL GIORNO 10 SETTEMBRE 2017.

Schema di ricorso

PRIMA DI FARE RICORSO...

1) IL MIO NUCLEO FAMILIARE E' DIVENTATO PIU' NUMEROSO
RISPOSTA:
I requisiti esaminati per assegnare i punteggi sono quelli posseduti al momento della presentazione della domanda ( art. 3 comma 4 LR10/2014), e le variazioni potranno essere oggetto di nuova valutazione solo in caso di aggiornamento delle graduatorie di assegnazione che, di norma avviene dopo 4 anni ( art. 4 comma 2 ed art. 7 della L.R. 10/2014)

2) RISPETTO AL MOMENTO DELLA DOMANDA OGGI NON HO PIU' REDDITO
Oltre a quanto già detto al punto 1), l'art. 6 comma 1 della legge regionale 10/ 2014, chiarisce che il reddito di riferimento su cui assegnare i punteggi in graduatoria è quello dell'anno precedente il bando di concorso, ossia il reddito familiare percepito nel 2015